Giornata dei curricoli, Istituto di Teologia Pastorale

In occasione della giornata dei curricoli (13 novembre 2018), l’Istituto di Teologia Pastorale ha organizzato una giornata di studio presso la comunità dei Giuseppini del Murialdo, in Viale S. Paolo 12, nelle vicinanze della Basilica di San Paolo fuori le mura. Approfittando della vicinanza della linea metropolitana, si è partiti al mattino presto con i mezzi pubblici portando con sé zaini, vivande, chitarre e soprattutto tanto entusiasmo e voglia di conoscersi e stare insieme.

In un clima di famiglia il gruppo, composto da cinque docenti e 48 studenti, ha iniziato la giornata con un momento di giochi ed animazione guidato con passione e simpatia dai due rappresentanti degli studenti. Successivamente il prof. Salvatore Currò, che ha partecipato in qualità di esperto al recente Sinodo sui giovani, ha parlato della sua esperienza sinodale. Introdotta dal saluto di presentazione del direttore dell’Istituto di Teologia Pastorale, prof. Sahayadas Fernando, la relazione, seguita con interesse e partecipazione dagli studenti, verteva sul tema delle Prospettive di Pastorale Giovanile emerse dal Sinodo su «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale». Alcune piste di riflessione. Al termine il prof. Currò ha risposto alle domande degli studenti soffermandosi principalmente su tre tematiche: Lo stile di Emmaus, la sinodalità missionaria, una Pastorale giovanile integrata in tutta la pastorale.

In un secondo momento, hanno parlato della loro esperienza al Sinodo due studenti di PG che vi hanno partecipato in qualità di uditori, Mansour Ghanem e Francisco Santos Hernandez. Successivamente gli studenti si sono suddivisi in cinque gruppi per lavorare su due domande lasciate dal relatore alla riflessione degli studenti sulla qualità della proposta pastorale che la Chiesa fa ai giovani e su alcune questioni di fondo da approfondire sull’attuale orizzonte ecclesiale.

Dopo il pranzo a sacco in cui si sono potute condividere le diverse specialità culinarie dei paesi d’origine degli studenti, si sono ripresi i lavori con una discussione per corsi affidata ai prof. M. Scarpa (I anno) e S. Fernando (II anno). La celebrazione eucaristica, presieduto dallo studente sacerdote novello e ben curata nell’aspetto liturgico e dei canti, ha coronato la bella giornata dei curriculi vissuta all’insegna dell’approfondimento delle tematiche sinodali, della convivialità e della fraternità.