International Seminar on Immigration

Nel pomeriggio del 14 maggio 2018 si è svolto presso l’aula «Juan Vecchi» dell’Università Pontificia Salesiana, un Seminario internazionale in lingua inglese sul tema «Christian Communities in the Face of Immigration» (Comunità cristiane di fronte all’immigrazione). Il seminario è stato organizzato dall’Istituto di Teologia Pastorale, della Facoltà di Teologia, insieme all’International Academy of Practical Theology (IAPT), al Volontariato Internazionale per lo sviluppo (VIS) e all’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (AICS).

Il seminario ha avuto inizio con il saluto del prof. Sahayadas Fernando, direttore dell’Istituto di Teologia Pastorale, che ha brevemente sottolineato il fondamento cristologico dell’accoglienza degli immigrati e la sua implicanza ecclesiologica e pastorale.

Il primo relatore del Seminario è stato il prof. Trygve E. Wyller, Professore di pratica sociale cristiana presso la Facoltà di teologia all’Università di Oslo, Norvegia, nonché Presidente dell’IAPT. Il suo intervento dal titolo, «Resisting Churches in the Migration Context. How to Find the Shared Umanity as a Common Ground,» ha messo in evidenza il pathos ecumenico che esiste in Europa verso gli immigrati e la collaborazione promettente che esiste tra la chiesa luterana e la chiesa cattolica.

La relazione della prof.ssa Birgit Weyel, Professore di teologia pratica presso la Facoltà teologica evangelica di Tübingen, Germania, «Interreligious Pastoral Care among Immigrants. Studying Self-Conceptions of Volunteers,» è stata una condivisione illuminante del volontariato in Germania. Dal suo racconto è emersa non solo la variegata esperienza dei volontari che rendono un apprezzabile servizio verso gli immigrati ma anche la trasformazione della percezione che questi hanno di se stessi.

La terza e ultima relazione svolta dal prof. Francis V. Anthony, Professore Ordinario di teologia pratica, presso la Facoltà di teologia, UPS, Roma, si è concentrata su «Italian Community’s Dual Face before Immigrants: Based on Research». Nel suo intervento, che è una interpretazione di una ricerca empirica fatta in Italia sull’immigrazione, il prof. Anthony ha accennato sia le varie reazioni della chiesa cattolica italiana di fronte agli immigrati nel territorio nazionale sia gli atteggiamenti degli stessi immigrati nei confronti della nazione ospite.

I tre relatori da tre diversi contesti (Norvegia, Germania e Italia/India) ecclesiali (luterana, evangelica e cattolica) hanno suscitato nella mente e nei cuori dei partecipanti un sentimento di speranza, di quanto bene sia possibile fare quando le varie comunità cristiane uniscono le loro risorse a favore degli immigrati. Dopo un breve momento di discussione in aula, il prof. Mauro Mantovani, Rettor Magnifico dell’Università Pontificia Salesiana, si è congratulato con gli organizzatori per il seminario internazionale e ecumenico e ha auspicato che continui tale tipo di iniziativa anche nel futuro.

La giornata si è conclusa con un sostanzioso rinfresco per tutti, che ha creato ulteriore possibilità di scambio di idee tra i relatori e i partecipanti.