Presentazione del libro

Il giorno 29 novembre 2019 alle ore 12.15, nell’aula Giuseppe Quadrio, è stato presentato agli studenti il volume Giovani, vocazione e sinodalità missionaria. La pastorale giovanile nel processo sinodale, pubblicato presso Libreria Ateneo Salesiano (2019), promosso dall’Istituto di Teologia Pastorale dell’Università Pontificia Salesiana e curato dai proff. Salvatore Currò e Marcello Scarpa, docenti nel medesimo curricolo di studio.

Il volume, che si apre con la Prefazione del Card. Angelo Scola, Arcivescovo emerito di Milano e si conclude con la Postfazione del prof. Rossano Sala, Segretario speciale del Sinodo sui giovani, contiene tredici contributi ed è suddiviso in due parti. La prima, sulla Pastorale giovanile, la conversione ecclesiale e le attuali sfide culturali; la seconda, sulla dimensione vocazionale della Pastorale giovanile. Il testo interagisce con il Sinodo dedicato a “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, raccogliendone le sollecitazioni, interpretandone i contenuti, prospettando piste di cammino per la pastorale giovanile. Il riferimento non è solo all’Assemblea generale, svoltasi dal 3 al 28 ottobre 2018, ma anche a ciò che l’ha preceduta e soprattutto a ciò che dovrà o potrà seguire. È in atto un processo sinodale ed è importante pensare la pastorale giovanile in rapporto ad esso. Ciò ci porta a prendere in considerazione tutti e tre i principali documenti sinodali: l’Instrumentum Laboris che raccoglie il contributo delle Chiese locali, il Documento finale che costituisce la sintesi del lavoro dell’Assemblea, l’Esortazione Apostolica Christus vivit di Papa Francesco che raccoglie e rilancia il cammino. Si comprende così il sottotitolo del volume: La pastorale giovanile nel processo sinodale. Tale processo è aperto e si intreccia con l’attuale cammino ecclesiale e culturale segnato, come rimarca continuamente papa Francesco, da sfide epocali. La pastorale giovanile si libera, così, da visioni settoriali, allarga i suoi orizzonti; si comprende come luogo dove meglio si colgono le sfide e dove ci si può aprire a nuovi percorsi ecclesiali e culturali. Nuovi perché con i giovani e con mentalità sinodale (dall’Introduzione).

Il testo è stato presentato dal professore Michal Vojtáš, docente di Storia e Pedagogia salesiana della Facoltà di Scienze dell’educazione dell’UPS. Il suo intervento si è articolato in tre punti: la sinodalità come stile di pensiero ecclesiale e pastorale, lo studio delle prassi correnti delle comunità educative pastorali come punto iniziale del discernimento comunitario, i diversi livelli di sinodalità (accompagnamento personale, familiare, comunitario, diocesano, ispettoriale, ecclesiale) da vivere nella Chiesa. Il prof. Vojtas ha sottolineato che il valore del volume risiede nel fatto che non offre facili soluzioni, ma entra in dialogo “sinodale” con il lettore allargandone l’orizzonte di comprensione teologica-pastorale; la sfida è di aprirsi a nuovi percorsi ecclesiali da elaborare insieme ai giovani, con intelligenza sinodale.

L’intervento è stato molto apprezzato dai presenti che alla fine sono intervenuti formulando qualche domanda. L’incontro è terminato alle ore 13.00.